Younes e l’interlocutore misterioso, ecco cos’è successo. Il Napoli non c’entra

younes

Il contratto firmato da Amin Younes col Napoli è valido. Lo aveva detto De Laurentiis, lo ha ripetuto anche l’avvocato della società: «Younes? Quello che il calciatore dice non puo’ prescindere dagli accordi formalizzati col Napoli. Il calciatore puo’ sostenere che non si presenterà mai a Napoli ma il club azzurro ha sottoscritto col calciatore un accordo con decorrenza primo luglio 2018. Questo accordo è regolarmente depositato presso la Lega serie A con ratifica dello stesso calciatore e quindi, al di là di ciò che ha nella testa Younes, il Napoli da luglio sarà l’unico club detentore delle prestazioni sportive del giocatore. Se Amin Younes prenderà strade diverse si assumerà tutte le responsabilità in ambito economico e disciplinare». Lo ha detto, ai microfoni di Radio Crc l’avvocato Mattia Grassani, legale del Napoli.

«Firmare per un’altra squadra è uno scenario assolutamente impercorribile ma se dovesse accadere Younes verrebbe sanzionato con squalifica e dovrebbe anche risarcire il danno al Napoli in termini economici. Anche il nuovo club, qualunque esso sia, sarebbe considerato a livello patrimoniale responsabile al pari del giocatore», ha aggiunto Grassani.

«È vero che oggi si sente dire che i contratti hanno un valore relativo ma questo è un contesto professionale e ci sono organi che hanno valutato i documenti firmati. Le firme non vi è dubbio che siano di Younes e il giocatore ha firmato una serie di documenti per cui si troverà a sbattere contro un muro e da questo non ne uscirà», ha concluso il legale del club partenopeo.

MA COSA È SUCCESSO? La spiegazione dovrebbe essere questa: secondo quanto raccolto dal “Roma”, qualcuno di importante ha consigliato a Younes di aspettare. Aspettare l’estate per decidere il suo futuro. Consigliandogli anche di giocare in patria, in Germania, perché un’altra esperienza all’estero (ora gioca in Olanda) non lo avrebbe aiutato a diventare un giocatore “top” della sua nazionale. Inoltre, per l’estate Younes avrebbe avuto la prospettiva un’offerta “irrinunciabile”.

Ma questi consigli sono arrivati tardi: quando l’attaccante ha spiegato al “misterioso” interlocutore che lui il contratto lo aveva già firmato, gli è stato consigliato di tornare immediatamente a casa e far finta di nulla. Gli è stato detto di non parlare più del Napoli, di rimandare qualsiasi discorso sul suo futuro. Questo, a quanto pare, l’unico modo per provare a “liberarsi” dal club azzurro.

Ma Younes avrebbe ancora sbagliato: sia lui che il suo entourage familiare, in queste “consultazioni” avrebbero parlato sempre di un precontratto, che è una cosa molto diversa da un contratto ufficiale, e che effettivamente può essere stracciato, anche in modo unilaterale. Il precontratto è una scrittura privata, che la valenza di una stretta di mano, anche se messa nero su bianco. Insomma, un misto tra ingenuità e ignoranza dei regolamenti sulla contrattualistica in Italia.

Ma la frittata è fatta: Younes ha due alternative. Farsi “perdonare” e tornare sui suoi passi, perché il Napoli per ora non ha chiuso nessuna porta. Oppure portare a De Laurentiis una valida offerta per la cessione. Considerando che le “pressioni” sul cambio d’idea sono arrivate dalla Germania, può essere vero l’interesse del Bayern Monaco, ipotizzato da De Laurentiis. Almeno un riscontro positivo c’è: la scelta di Younes, seppur tecnicamente scellerata, è effettivamente di natura personale.

Non c’entra l’Ajax e non c’entra Napoli e il Napoli. Non si sa con precisione chi lo abbia (mal) consigliato, ma di certo Napoli, intesa come città, il Napoli e l’ambiente non c’entrano nulla. Anche per questo ancora oggi i familiari del giocatore ci tengono a precisare che lui era felicissimo dell’idea Napoli, salvo poi cambiare idea dietro un “consigliere” misterioso, che ha prospettato al ragazzo un futuro inaspettato e a quanto pare più gradito dell’Italia.

Fonte : Giovanni Scotto – Il Roma
CONDIVIDI
Articolista dal 2012 principalmente sul Napoli, specializzato nelle analisi tattiche e tecniche di giocatori e squadre in particolar mondo per quanto riguarda le statistiche calcistiche.