Sarri: “Non ho mai perso il sorriso, ora aspettiamo Mertens. Fatemi dire una cosa su Marek”

Sarri conferenza

Dopo la vittoria per 3-1 sul Torino, l’allenatore del Napoli, Maurzio Sarri ha parlato come di consueto in conferenza stampa, queste le sue parole:

Settimana senza coppe un vantaggio? “Preparare le gare così è un’altra cosa. Inter? Tre gare ogni sette giorni non fanno male a nessuno, ma sicuramente può comportare prestazioni scadenti in maniera casuale. Però se sono costanti per mesi è normale che possono minare qualcosa”.

Ritrovato il sorriso? “Io non l’ho mai perso, anche mercoledì a cena lo avevo. Ho rivisto in settimana la partita della Fiorentina e mi sono accorto del grandissimo secondo tempo che abbiamo disputato, con 5-6 palle gol. Oggi invece le cose si sono messe bene da subito e ci ha favoriti. Nel secondo tempo però questa sera non abbiamo capitalizzato le occasioni, anche perchè il terreno non era dei migliori come si è visto nella scivolata a porta vuota di Mertens.

Su Hamsik? “Siamo tutti contenti per Marek e del suo record su Maradona. Una grande soddisfazione. Stava facendo bene già da alcune partite, adesso diranno che si è ripreso solo perchè ha segnato. Ora aspettiamo anche Mertens che ritrovi delle soddisfazioni. Mi fa piacere che Zielinski in un ruolo non suo in 3 partite e mezzo ha segnato 3 gol e un palo.

Sul Toro: “Siamo andati in vantaggio presto e questo ha condizionato la gara e favoritoci. Loro sono stati bravi nella reazione del secondo tempo nonostante il 0-3. Io sarei contento fossi in Mihajlovic”.

Prestazione condizionata dall’Inter? “Sì il risultato ci ha condizionato positivamente, ci ha dato un vantaggio. Anche se ha un rovescio della medaglia, ovvero avere più responsabilità in campo. Oggi siamo stati bravi mentre in Olanda non lo abbiamo fatto”

 

CONDIVIDI
Articolista dal 2012 principalmente sul Napoli, specializzato nelle analisi tattiche e tecniche di giocatori e squadre in particolar mondo per quanto riguarda le statistiche calcistiche.