R. Insigne: “Napoli? E’ ora di vincere lo Scudetto”

Attualmente attaccante del Parma in prestito dal Napoli, Roberto Insigne è intervenuto nel corso della trasmissione Radio Goal, in onda sulle frequenze di Radio Kiss Kiss Napoli, rilasciando alcune dichiarazioni in merito alla Nazionale italiana, all’annata del fratello Lorenzo e del club partenopeo.

Napoli? Sicuramente è una squadra con giocatori fortissimi e dal grande potenziale in ogni settore del campo. Il gruppo nel complesso è cresciuto tanto e deve continuare così se vuol vincere il titolo. Ma se per una qualunque ragione non dovessero riuscire nemmeno quest’anno, beh, la vedo dura.

Quanto a Lorenzo, ormai non mi sorprendono più i suoi bellissimi gol, ci ha abituato. L’ho sentito dopo la mia gara e gli ho fatto l’in bocca lupo, dicendogli che toccava a lui segnare. Tra l’altro, in napoletano, gli ho chiesto di vincere lo scudetto. In tanti in Serie A si atteggiano a campioni e fanno i fenomeni, ma non sono al suo livello.

Nazionale? Senza dubbio è stata una bruttissima sensazione vedere Lorenzo in panchina, sapevamo tutti che avrebbe potuto dare un gran contributo. In ogni caso, la cosa più brutta è stata non aver raggiunto la qualificazione ai Mondiali.

Serie A? Sicuramente temo tutti gli avversari, non solo la Juventus. Se gli azzurri continuano così, però, gli altri possono vincere quanto vogliono: noi resteremmo davanti. Anche in Serie B il livello è alto, le squadre di testa sono tutte vicinissime, sarà dura.

Calaiò? Parlo sempre con lui di Napoli, gli ripeto sempre che ci ha riportato in A. Dico sempre ai compagni ‘non toccatemi Calaiò’, e gli ho chiesto, ora, di riportare in alto anche il Parma.”

CONDIVIDI