Pedullà e la rivincita di due azzurri: ecco il suo messaggio rivolto a chi li criticava

Alfredo Pedullà, sul suo sito ufficiale, scrive un messaggio rivolto a chi con scetticismo ha accolto al Napoli Hysaj e Mario Rui:

“Estate 2015: il Napoli prende Hysaj dall’Empoli per circa 5 milioni. E nei dibattiti del lunedì, qualche mese dopo, i cronisti di giudiziaria e nera prestati al calcio commentano: “Siamo seri, ma questo Hysaj può essere da Napoli? Arriva dall’Empoli…”.Bene, oggi l’albanese viene considerato uno dei migliori laterali d’Europa, ha una clausola da 50 milioni, non troppi mesi fa ci aveva provato anche la Juve sapendo che non ci sarebbero stati margini di manovra. Estate 2017: il Napoli prende Mario Rui, reduce da una difficilissima annata a Roma con il crociato e la sfortuna nera in quella che aveva i requisiti per diventare la stagione dalla consacrazione. Ma Sarri lo vuole a tutti i costi, lo conosce bene, il Napoli fa un investimento e sui social impera la perplessità dei soliti avvoltoi da strapazzo, quelli prestati alle considerazioni (?) calcistiche. Bene, contro la Lazio sia Hysaj che Mario Rui hanno giocato una partita fantastica, a conferma che nel calcio c’è chi parla a sproposito, chi ne capisce, chi crede di capirne, chi è inchiodato dal web mesi e mesi dopo. Hysaj e Mario Rui sono la soddisfazione vera di Mario Giuffredi, l’agente che si è specializzato in terzini (Conti, Biraghi, Laurini, Zampano) e che non ha certo intenzione di fermarsi qui. E quelli che dicevano “sono da Empoli e non da Napoli” oggi si nasconderanno sul cucuzzolo della montagna”.

CONDIVIDI
Laureando in giurisprudenza con la passione del giornalismo sportivo. Innamorato di Napoli e del Napoli, si pone con la scrittura l’obiettivo di raccontare il calcio in tutte le sue sfaccettature.