Napoli-Torino, Pagelle – Difesa solida, torna Allan in attacco sfortuna e imprecisione

KOULIBALY

Il Napoli pareggia per 0-0 allo stadio San Paolo contro il Torino e per la quarta partita di fila la squadra di Ancelotti non subisce gol, ripetendo il record dell’era Mazzarri, peccato che anche in attacco manca la rete, un palo di Insigne e alcuni gol sbagliati in attacco da Milik.

PAGELLE NAPOLI-TORINO

Ospina 6 – Ospina attento sui traversoni, ne blocca un paio insidiosi, per il resto nessun tiro in porta.

Malcuit 7 – Gioca divinamente su quella fascia, sembra essere di una categoria superiore, qualità, dribbling e tecnica, quando ha la palla tra i piedi Milik in area gongola.

Maksimovic 6 – Partita di buona amministrazione in difesa, non fa errori e non fa passare nessuno.

Koulibaly 6.5 – Giganteggia lì dietro come sempre, si mangia gli avversari e nel finale blocca un tiro pericoloso in scivolata.

Hysaj 6 – Sulla sinistra cerca di essere più propositivo in attacco, in difesa fa benino con qualche sbavatura, si propone bene ma con i piedi non riesce a dare palle pericolose.

Allan 6.5 – Copre bene e passa la regia a Fabian Ruiz e torna a fare il suo mestiere, sta pian piano tornando l’Allan di sempre.

Fabian Ruiz 5.5 – In cabina di regia sembra avere qualche difficoltà in più, risulta essere meno inserito nel gioco azzurro, si vede che non è a suo agio sbagliando qualche pallone. Dal 70′ Mertens 6.5 – Entra con la voglia e la foga che lo contraddistingue ma risulta fanfarone in alcune occasioni ma da coraggio alla squadra, su punizione sfiora la rete che Sirigu mette in angolo.

Zielinski 6 – Il polacco sta vivendo un momento di forma idilliaco, da alcune giornate a questa parte sembra quasi l’Hamsik dei bei tempi. Peccato che nel secondo tempo cala abbastanza.

Callejon 6 – Il solito lavoro dello spagnolo, manca qualche movimento più insidioso per risultare insicivo. Dal 69′ Verdi 6 – Entra e porta la sua tecnica al servizio della squadra, fa quel che può.

Insigne 6.5 – Un paio di tiri dalla distanza e passaggi pericolosi nei primi 20 minuti, poi si eclissa, speriamo che nel secondo tempo risulti più vivo nel gioco offensivo del Napoli. Il palo gli nega un gol fondamentale.

Milik 6 – È spaventoso in attacco, non si ferma mai e con i suoi movimenti manda al manicomio i difensori azzurri. Ha ben 3 palle gol sui suoi piedi, tutti costruiti bene, ma per questione di centimetri o sfortuna manca la rete.

CONDIVIDI
Articolista dal 2012 principalmente sul Napoli, specializzato nelle analisi tattiche e tecniche di giocatori e squadre in particolar mondo per quanto riguarda le statistiche calcistiche.