LIVE Conferenza stampa, Sarri: “C’è l’amaro in bocca, ma la squadra ha dimostrato tanto”

Sarri conferenza

21:50 – Termina la conferenza stampa

21:48 – “Come sta Mario Rui? Ha un dolore alla fascia plantare, ma non dovrebbe essere nulla di grave”.

21:46 – “Lipsia? E’ forte in avanti, li abbiamo contenuti all’inizio delle ripartenze e se li tieni bassi può andare in difficoltà. Il nostro atteggiamento è stato diverso rispetto all’andata.”

21:44 – “Zielinski è tra i più impiegati, forse solo Hamsik ne ha fatte di più. Lui è un talentuoso, può essere usato in più ruoli e si adatta bene. Maggio era alla 17esima presenza, sta giocando di più e sta facendo meglio dell’anno scorso nonostante l’età. Diawara dopo aver sbagliato all’andata sta facendo i passi giusti, Tonelli può essere importante ma ha avuto tanti infortuni. Con 2 partite inizia ad avere salute, ha caratteristiche che i nostri difensori non hanno, forza mentale e aggressività. Pur essendo meno dotato può essere un punto di riferimento. Ci sono squadre che segnano un periodo, negli anni ’70 si ricorda l’Olanda, non chi ha vinto. Noi proviamo a fare questo, ma anche a metterci qualcosa in più come vittorie. Sono convinto che tra 20 anni questo Napoli sarà ricordato.”

21:42 – “Come evitare in futuro l’uscita dalle Coppe? E’ anche una situazione occasionale, le assenze di Ghoulam e Milik vanno a ridurci la rosa. Ci avrebbero aiutato. L’ampliamento della rosa è indispensabile per le tre competizioni, ma serve anche un miglioramento della mentalità per caricare subito le partite seguenti per farlo per mesi. Solo le grandi riescono a farlo.”

21.40 –  “Abbiamo fatto re-innamorare la tifoseria di una squadra, è l’aspetto più importante. Il connubio squadra-tifosi nonostante vada in giro per campi da più di 40 anni, non l’ho mai visto. E’ cosa bella. Nella storia del Napoli Maradona è un protagonista assoluto”

21.35 – “Si trionfa oppure si resta senza titoli e solo con gli applausi? E’ un discorso non vero, la società ha aumentato fatturato, importanza e patrimonio giocatori. Sono stati ottenuti risultati straordinari. Ci dispiace per l’eliminazione, si prende l’aspetto positivo: rimane un obiettivo che in Italia negli ultimi sei anni nessuno aveva a febbraio. E’ già qualcosa che abbiamo raggiunto col lavoro, ci possiamo allenare e non sentiamo la pressione: siamo il quinto monte stipendi d’Italia, siamo più vicini alla 17esima che alle prime tre. Qualcosa deve esserci riconosciuto, anche noi vorremmo vincere ma vorremmo che ci fosse riconosciuto il lavoro fatto. Negli ultimi due mesi siamo rimasti con 15 giocatori e 3 portieri, è una constatazione. Cerchiamo di far diventare la pressione logica, non irrazionale. Se potessimo far felice il popolo napoletano, penso sarebbe la soddisfazione più grande per un calciatore o per un allenatore. Ringrazio i tifosi che erano qui, sono solidale con chi non potrà essere a Cagliari per una di quelle cose inconcepibili che dimostrano delle incapacità”

21:34“All’andata abbiamo fallito la gara, la squadra ha capito di fare un errore e ha provato a rimediare. Ha fatto una partita tosta e seria, venire qui e vincere 2-0 non era semplice. Il Lipsia? Non era semplice non prendere gol”

21:33 – Arriva Sarri: “La partita è finita e dobbiamo tenere ciò che possiamo tenere, c’è rammarico ma la squadra ha dimostrato di avere un’anima: potrebbe essere importante, ci sono aspetti positivi”

Gentili lettori di NapoliPage.it buonasera e benvenuti alla diretta testuale della conferenza stampa post-partita di Maurizio Sarri, al termine della gara di ritorno dei sedicesimi di finale di Europa League contro il Lipsia.

CONDIVIDI