Juve punita, i suoi sostenitori inneggiano al Vesuvio

Ancora non ci siamo! Pare che quella dei cori discriminatori sia diventata una vera e propria tendenza, come se tali atteggiamenti a dir poco irriverenti e irrispettosi, rientrino nella normale sfera del tifo organizzato.

A confermare tutto ciò la “punizione” inflitta alla Juventus, per “aver i suoi sostenitori intonato cori denigratori e di matrice territoriale”.

Per il club, una sola ammenda di 10mila euro.

Servirebbero pene più drastiche e severe, invece. Solo così facendo, si potrebbe riuscire ad arginare un fenomeno ormai divenuto sociale, ben radicato su tutto il territorio nazionale.

 

CONDIVIDI
Laureando in giurisprudenza con la passione del giornalismo sportivo. Innamorato di Napoli e del Napoli, si pone con la scrittura l’obiettivo di raccontare il calcio in tutte le sue sfaccettature.