Zurigo-Napoli in Europa League tra 7 giorni, i motivi per non sottovalutare gli svizzeri

zurigo napoli

Il Napoli giocherà il 14 febbraio in Europa League contro lo Zurigo, squadra svizzera che da qualche anno riesce ad essere stabilmente presente nella competizione europea, in particolar modo quest’anno si è qualificata grazie alla vittoria della coppa di svizzera (oltre al quarto posto in classifica).

Al momento del sorteggio i tifosi, e probabilmente anche una parte della società azzurra, ha esultato vedendo sorteggiato l’avversario svizzero, di certo una squadra non proprio dall’altissimo livello tecnico. Ma non si deve fare l’errore di sottovalutare questa squadra e i motivi sono molteplici.

ZURIGO-NAPOLI, NON SOTTOVALUTATE GLI SVIZZERI, LA STORIA INSEGNA

Per lo Zurigo l’Europa League rappresenta una grande competizione data la caratura della squadra, anche perchè due anni fa militava nella seconda divisione svizzera e ora sta avendo invece un buon periodo nella medio alta classifica da un paio di stagioni. L’unica partecipazione alla Champions League è datata 10 anni fa e per loro la partita contro il Napoli rappresenta una sfida di altissimo livello e quindi daranno il massimo, sia i giocatori che i tifosi, infatti per il ritorno del 21 febbraio il San Paolo vedrà circa 2mila tifosi svizzeri in trasferta che occuperanno il settore ospiti, tutto esaurito.

La stampa e anche una frangia di tifosi azzurri invece hanno già ipotizzato che il Napoli passeggerà sulla squadra svizzera ed è questo l’errore più grave, perchè per lo Zurigo e i loro tifosi non sarà così. Per questo motivo anche la tifoseria azzurra deve dare maggiore attenzione e sostegno verso questa partita e non darla per scontato.

Questo non è per niente un caso, il Napoli se dovesse fare l’errore di sottovalutare questa squadra, potrebbe andare in contro a delle difficoltà. La storia ci insegna come la squadra azzurra, in Europa League abbia spesso fatto questo errore, dal Lipsia dello scorso anno passando per il Dnipro dell’era Benitez o del Viktoria Plzen dell’era Mazzarri. Ma in quest’aspetto Ancelotti dovrebbe rappresentare una garanzia ulteriore.

NAPOLI, EUROPA LEAGUE. OBIETTIVO SEMIFINALI

L’Europa League al momento rappresenta l’unica competizione che il Napoli può realisticamente ambire, per una squadra come quella azzurra, guardando le avversarie, la semifinale almeno è un obbligo, sempre se non si affrontano prima squadre come il Chelsea, l’Arsenal o l’Inter, le altre vere pretendenti dell’EL di quest’anno.

Al momento lo Zurigo si staziona in campionato al quarto posto e il Napoli giocherà la prima partita in trasferta, proprio dopo aver affrontato la Fiorentina all’Artemio Franchi di Firenze. A livello psicologico la squadra dovrà scendere in campo con le motivazioni giuste e sperando in un buon risultato in trasferta a Firenze in modo da dare maggiore fiducia all’ambiente (sperando non in un eccesso di quest’ultima).

CONDIVIDI
Articolista dal 2012 principalmente sul Napoli, specializzato nelle analisi tattiche e tecniche di giocatori e squadre in particolar mondo per quanto riguarda le statistiche calcistiche.