Younes e le tensioni con l’Ajax, ecco dove nascono, a spiegarlo fu proprio lui

younes amin

I rapproti tra l’esterno offensivo Amin Younes e il proprio club sono ai ferri corti, tant’è che non gioca dal 5 novembre, ufficialmente per problemi fisici, ma in realtà è tutto dovuto alle tensioni tra lui e la società. Ma questo astio nasce tempo addietro, più precisamente in estate e a spiegare il tutto fu proprio Younes in un’intervista al Telegraf ad ottobre, queste furono le sue parole

“A causa della Confederations Cup non ho avuto grosse vacanze, e chiesi all’Ajax di avere un periodo extra di riposo. La risposta fu negativa, ed in parte anche a causa di ciò che è successo a Nouri. Non ho potuto mettere da parte il calcio in estate e mi sono dovuto ricongiungere con i compagni di squadra. 

Era la prima volta che partecipavo ad un torneo estivo e la Germania, credetemi, ci è andata per vincerlo: ci siamo allenati per quattro settimane e dopo erano davvero pochi dieci giorni di vacanza. Alcuni calciatori sono stati utilizzati nei playoff di Champions League ed Europa League, ma poi sono andati in vacanza.

In estate tre grandi club in Germania ed in Italia mi volevano, ed erano pronti a pagare grosse cifre per il mio cartellino. Certo la possibilità di andare al Mondiale sarebbe aumentata, ma l’Ajax non ha ritenuto negoziabile un mio trasferimento. Ma se per due anni ho dato tutto per il club, dentro e fuori dal campo, perchè l’Ajax ha permesso a Davinson Sanchez di andare via e a me no?

Non ci furono proprio discussioni a riguardo. Adesso darò il 100% per l’Ajax sino a quando sarò contrattualizzato con loro, darò tutto per lottare per il titolo: non ho mai avuto un atteggiamento negativo verso la società, ma adesso devo pensare a me stesso”.

CONDIVIDI
Articolista dal 2012 principalmente sul Napoli, specializzato nelle analisi tattiche e tecniche di giocatori e squadre in particolar mondo per quanto riguarda le statistiche calcistiche.