Tutti contro Sarri. Allegri e Spalletti lo ‘sfottono’, ma un quotidiano lo difende a spada tratta

Sarri

“Il Sarrismo ha numerosi effetti collaterali. Il più evidente: l’aumento del tasso di insofferenza, se non antipatia, del suo profeta presso gli altri allenatori”, questo il titolo di stamattina su Repubblica, a difesa di Sarri, uno dei pochi che vuole raccontare le cose da un punto di vista diverso.

L’esempio più lampante è quello di Allegri, capace di ridurre le grandi manovre del Napoli in una sola frase definendolo “quel giochino lì sulla sinistra” per poi rinfacciare a Sarri il suo difensivismo ai tempi della Sangiovannese.

Stessa cosa Spalletti che ieri ha replicato così sul vantaggio di non fare le coppe: “Mi sembra che noi si faccia lo stesso sport, se vuole Sarri può provare ad arrivare settimo, se vuole”.

Anche Di Francesco ha detto la sua, ai tempi del Sassuolo quando si fece scappare quella battuta “abbiamo abbattuto il drone” quando pareggio con il Napoli la scorsa stagione.

Ma di seguito c’è la difesa di Repubblica, ecco quanto scritto sul quotidiano: “C’è un ecosistema che rigetta la conclamata diversità di Sarri, guardato come un alieno, anzi un parvenu, con la stessa avversione con cui la signora Covelli pensava ai torpigna pronti a invadere Cortina e rovinarle le Vacanze di Natale.

Che poi, si evince durante il film, non è che lei avesse nobili origini. L’edonismo calcistico di Sarri fa a cazzotti con la prammatica dell’allenatore giudicato solo dai risultati: okay, ti dicono bravo ma da sei anni lo scudetto lo vince la Juve.

Poi, Sarri è sbucato dal nulla, sempre che si possa chiamare nulla l’onesta gavetta fra presidenti che lo consideravano un visionario, quando non un menagramo, vestito com’era sempre di nero.

C’è quindi la diffidenza genetica verso chi predica la rivoluzione senz’essere stato calciatore: furono respinti Maifredi e Orrico e accolto con sospetto Sacchi, il quale al Milan spiegò che «un fantino non dev’essere stato un buon cavallo»”

CONDIVIDI
Articolista dal 2012 principalmente sul Napoli, specializzato nelle analisi tattiche e tecniche di giocatori e squadre in particolar mondo per quanto riguarda le statistiche calcistiche.