Da Torino: Napoli straripante, ma Allegri sa dosare le energie. Vedete per noi della Juve…

Juventus e Napoli, due mondi diversi che non si incroceranno. La Juventus è l’abitudine alla vittoria, sta facendo qualcosa di straordinario, due punti in più dell’anno scorso ma qualcosa che è nelle sue corde da anni. La stranezza è nel Napoli che è un punto avanti, numeri mai fatti, basti pensare che l’anno scorso la Juventus con due punti in meno aveva sette punti di vantaggio sulla seconda. Insomma, Napoli incredibile come non mai. Due mondi diversi dove c’e L’ordinario bianconero e lo straordinario azzurro, dov’è questa è la stagione dove si giocano tutto o vincono quest’anno o chissà quando lo faranno ancora. Due dimensioni e due realtà profondamente diverse.

Napoli che incanta con il gioco, saremmo degli stupidi a non fare i complimenti al secondo tempo del Napoli di ieri, calcio incredibile, che va apprezzato senza parlare di scansamenti come succede quando succede a parti invertite. Un Napoli spettacolare ed una Juventus cinica, calcolatrice.

I bianconeri non spendono un’energia in più di quelle che devono utilizzare sono spietati e calcolatori. Con il Sassuolo avevano la possibilità di avere cinque giorni per preparare la trasferta a Firenze e quindi hanno accelerato, con la Fiorentina c’era il Tottenham alle porte e bisognava dosare le forze. Quando vuoi arrivare in fondo a tutto devi essere bravo gestore se no alla fine non ci arrivi.

Allegri e’ come il cuoco che deve dosare gli ingredienti per non finirli e rovinare tutto. La ricetta è quella vincente per arrivare in fondo a tutto. Se la Juventus andasse sempre a mille come fa il Napoli, i bianconeri sarebbero già scoppiati e fuori dalla Coppa Italia, proprio come il Napoli e fuori dalla Champions, proprio come il Napoli.

Magari la Juventus uscirà con il Tottenham, ma per giocarsi le proprie carte ti devi gestire, questa la tecnica corretta e forse vale la pena giocare peggio e non essere poi così belli se alla fine arrivi in fondo al percorso. In questi tre anni Allegri ci è arrivato, magari senza essere i più belli, sicuramente alla fine i bianconeri sono stati i più bravi. Se si puntasse solo al campionato, come il Napoli che probabilmente anche in Europa League farà turnover, sarebbe tutto più semplice è sicuramente vedremmo più spesso una Juventus “Stile Sassuolo”.
Lo scrive Massimo Pavan su TuttoJuve.com.

CONDIVIDI
Amante del Napoli da sempre, con NapoliPage per raccontare la verità e sdoganare alcuni argomenti sul Napoli e sul calcio in generale