Serie A, Bologna-Sampdoria 3-0: Al Dall’Ara è tris rossoblù

E’ stato l’anticipo delle 15:00 tra Bologna e Sampdoria ad aprire la 14esima giornata di Serie A, a seguire (ore 18:00) Chievo Verona-SPAL; Sassuolo-Hellas Verona e chiuderà alle 20:45, in attesa dei match di domani, Cagliari Inter.
Un brusco risveglio al Dall’Ara per i blucerchiati che, dopo la vittoria contro la Juventus, speravano di agganciare il treno delle grandi.

Nonostante alti e bassi e un bottino di 20 punti, la squadra di Roberto Donadoni ha travolto gli ospiti con un secco 3-0, pur avendo giocato l’intera ripresa in dieci uomini, per una discutibile espulsione di Torosidis per doppio giallo. Nella Sampdoria deludente la prova dell’ex Ramirez sostituito nell’intervallo.

Subito bollicine a Bologna con la formazione di casa che già al 3′ minuto sblocca il risultato con la rete di Simone Verdi: è Palacio a sviluppare l’azione sulla corsia di sinistra, la palla arriva a Destro che controlla e conclude di potenza. Viviano respinge ma non controlla consentendo a Verdi di appoggiare in rete.

Da subito la Samp fa fatica ad entrare in partita, facendo molto possesso palla ma poche accelerazioni. Dopo soli 8 minuti di gioco il tecnico blucerchiato è costretto a sostituire Strinic con evidenti problemi muscolari, al suo posto entra Murru.

Si prosegue con il dominio rossoblù che, al 23′ minuto, raddoppia con Mbaye: angolo teso a rientrare di Verdi, da destra, Mbaye stacca sul primo palo e incorna in rete, bruciando sul tempo la difesa avversaria. Seppur sotto di due gol, prova a farsi vedere la formazione genoana che però non riesce a concretizzare.

Gli ultimi minuti del primo tempo vedono tante mischie dentro l’area di rigore rossoblù. In pieno recupero l’ arbitro Maresca interviene per un contatto al limite dell’area tra Torosidis (già ammonito) e Zapata; un contatto probabilmente involontario ma per il direttore di gara scatta comunque il secondo giallo. La punizione a favore della Sampdoria invece non produce effetti.

Nella ripresa, con un uomo in meno, il Bologna inserisce un difensore, Masina, al posto del centravanti Mattia Destro spostando Palacio centro dell’attacco. Non perde tempo nemmeno Gaimpaolo che sostitusce un confuso Ramirez con Caprari. Sembra essere partita con il piede giusto la Sampdoria che va all’assalto dei padroni di casa: tanti cross per cercare la conclusione di Zapata, che però non arriva.

Dal canto suo il Bologna si chiude in difesa cercando di allentare la pressione degli ospiti. Tuttavia, nonostante ritmi più intensi, la Sampdoria non può controllare i padroni di casa che al 73′ minuto della ripresa, in contropiede, realizzano in gol del 3-0, chiudendo la sfida: Donsah serve in area Okwonkwo, che controlla e segna; posizione dubbia, ma Var avalla.

La Sampdoria termina la partita all’ attacco: centra un palo con una conclusione da fuori area di Verre e produce una serie di mischie nell’area rossoblù, ma senza nessuna vera palla-gol. La carica degli ultimi 45 minuti non basta per cambiare il risultato e così termina 3-0 al Dall’Ara.

Tabellino del match:

FORMAZIONI UFFICIALI:

BOLOGNA (4-3-3): Mirante; Torosidis, De Maio, Gonzalez, Mbaye; Poli, Pulgar, Donsah; Verdi, Destro, Palacio. Allenatore: Donadoni

SAMPDORIA (4-3-1-2): Viviano; Bereszynski, Silvestre, Ferrari, Strinic; Verre, Torreira, Barreto; Ramirez; Zapata, Quagliarella. Allenatore: Giampaolo

Arbitro: Maresca

Marcatori: 3′ Verdi; 23′ Mbaye; 73′ Okwonkwo

Ammoniti: Torosidis (B); Bereszynski (S); Ferrari (S);

Espulsi: 45+2 Torosidis

CONDIVIDI