Semplici: “Sarri il top, ha ragione sui calendari. Per lo scudetto…”

semplici

Leonardo Semplici, allenatore della Spal, ha rilasciato una lunga intervista all’edizione odierna de Il Mattino, in vista della sfida di campionato che si giocherà domenica ore 15.00 al San Paolo contro il Napoli.

Semplici, ha piu’ possibilita’ il Napoli di vincere lo scudetto o la Spal di salvarsi? «Abbiamo le stesse percentuali di difficolta’: il Napoli deve battere la Juventus, che e’ una squadra di tradizione e grande esperienza, e noi dobbiamo vincere il nostro campionato arrivando prima di altre tre squadre».

All’andata seppe mettere in difficolta’ il Napoli: cosa ha in mente per domenica? «Facemmo una grande partita, ma a livello motivazionale quando giochi contro la prima in classifica devi dire ben poco ai ragazzi. Anche questa volta faremo il possibile per essere al meglio anche se conosciamo bene le difficolta’ e le qualita’ del Napoli».

Cosa le piace di piu’ del gioco degli azzurri? «L’identita’ che Sarri e’ riuscito a dare alla squadra in questi anni. E poi hanno migliorato anche l’aspetto della concretezza».

Lei, poi, conosce molto bene Sarri e l’anno scorso avete ricevuto anche un premio insieme a Coverciano. «Ci conosciamo da tempo perche’ siamo praticamente della stessa citta’. Per me e’ stato un motivo di orgoglio ricevere la Panchina d’argento nello stesso giorno in cui a Maurizio e’ stata assegnata la Panchina d’oro. Essere accomunato a questo grande allenatore mi fa molto piacere e lo vedo come un punto importante della mia crescita professionale».

Sarri dice che lui vede il City di Guardiola perche’ gli dà gusto; a lei, invece, cosa dà gusto? «Quando vedi il Napoli ti diverti perche’ al bel gioco ha abbinato la concretezza per vincere».

E questo le sembra l’anno buono per lo scudetto agli azzurri? «La Juventus credo sia sempre la squadra da battere perche’ ha esperienza e qualita’ dei singoli, ed e’ la piu’ forte in assoluto, ma dopo un percorso di crescita il Napoli mi sembra pronto per il salto di qualita’ e lo sta dimostrando».

Napoli e Spal sono le squadre che subiscono piu’ gol nei primi quarti d’ora: come se lo spiega? «Da una parte mi fa quasi piacere perche’ vuol dire che anche le grandi hanno qualche problemino… Scherzi a parte, credo che dobbiamo migliorare il nostro approccio alla gara».

In molti dicono che contro il Napoli lei si gioca la panchina della Spal: e’ una cosa che le pesa nella preparazione della gara? «Vivo questa settimana con grande serenita’ e fiducia nei miei ragazzi. Veniamo da una sconfitta con il Milan e abbiamo un calendario difficilissimo ma so anche che prima o poi tocchera’ a tutte le dirette concorrenti».

A proposito di idee: Sarri si e’ lamentato di giocare sempre dopo la Juve, lei cosa ne pensa? «Quando lotti per certi obiettivi credo sia giusto giocare allo stesso orario».

CONDIVIDI
Articolista dal 2012 principalmente sul Napoli, specializzato nelle analisi tattiche e tecniche di giocatori e squadre in particolar mondo per quanto riguarda le statistiche calcistiche.