Sconcerti distrugge il Napoli: Adl cede Hamsik per un motivo ben preciso

Mario Sconcerti, prima firma del giornalismo sportivo, a RMC Sport live show ha parlato così dei tanti temi di giornata:

“Penso che il problema della Juventus oggi sia più la fase difensiva più che i singoli difensori. In questo momento nella Juve c’è un problema di fase difensiva oltre che di uomini. Non c’è dubbio che la Juventus debba ancora tornare quella che era prima della sosta. La Juve ha tempo per preparare la gara di Champions League perché mancano 18 giorni. I bianconeri però devono tornare al gioco in velocità. Nonostante un Cristiano Ronaldo in partita la Juve ha preso tre gol, come in Coppa Italia e per la Juve è un dato straordinario anche perché non è arrivata la vittoria. Benatia era un giocatore importante poi si sono infortunati Bonucci e Chiellini. Forse sul mercato qualcosa in più andava fatto”.

Cosa pensa dell’addio di Marek Hamsik al Napoli per andare in Cina?

“Sostituire Hamsik non è affatto facile soprattutto in corsa. Il problema Hamsik è cresciuto strada facendo, già quando c’era Sarri. Le sostituzioni erano iniziate prima e con Ancelotti le cose non sono migliorate quindi se Hamsik, a 30 anni ha un’offerta irrinunciabile dalla Cina credo sia difficile da rinviare. Credo che la situazione tra Napoli e Hamsik fosse ormai satura. L’assenza di Hamsik avrà ovviamente un peso all’interno del Napoli e comunque la squadra senza di lui si indebolisce. Credo che questa operazione sia stata fatta anche perché il Napoli non crede di poter colmare il gap con la Juventus in questo campionato“.

Roma, per Di Francesco la gara contro il Milan sarà l’ultima spiaggia?

“In qualche modo sì. Io vivo a Roma e quindi sento la chiacchiera della gente. I tifosi negli ultimi anni non sono stati abituati a questa situazione. Tanti giocatori sono stati venduti in nome di un progetto che va avanti a sbalzi. Se la Roma ha salvato Di Francesco dopo un 7-1 subito contro una Fiorentina inferiore allora vuol dire che tu l’allenatore lo devi confermare comunque domani. Se però domani la Roma dovesse essere dominata dal Milan sarebbe difficilmente proponibile una continuazione di questa situazione”.

CONDIVIDI
Laureando in giurisprudenza con la passione del giornalismo sportivo. Innamorato di Napoli e del Napoli, si pone con la scrittura l’obiettivo di raccontare il calcio in tutte le sue sfaccettature.