Repubblica: “Non si può rinunciare ad Insigne e questo Sarri lo sa”

Protagonista indiscusso di questa stagione partenopea, Lorenzo Insigne, dopo numerose buone prestazioni, è stato uno degli argomenti trattati nell’edizione odierna de La Repubblica che scrive al riguardo: “Il Superman del Napoli non si ferma mai, un po’ come l’eroe dei fumetti. Di fatto non è un caso se ieri sera Insigne ha giocato la cinquantottesima partita consecutiva da titolare, ripagando la fiducia a tempo indeterminato di Maurizio Sarri, con l’ennesimo show.

E’ stato ancora una volta lui l’uomo trascinatore di questo Napoli, uscito vincitore dalla delicata sfida contro lo Shakhtar Donetsk, che lascia al gruppo di Sarri la porta aperta per la qualificazione agli ottavi di finale di Champions League.

Così Insigne, dopo aver messo KO il Milan nella gara di Serie A di sabato sera, si è ripetuto nell’Europa delle grandi, dimostrando il salto di qualità a livello internazionale. Pertanto è impossibile non ripensare alla sua assurda esclusione nella sfida contro la Svezia, valida per la qualificazione al Mondiale in Russia 2018.

Un’assenza che, unita ad altri fattori, è costata cara alla Nazionale italiana che dopo 60anni farà da spettatrice alla blasonata competizione. Non si spiega perché Ventura ha lasciato fuori proprio lui, il più bravo di tutti, un fuoriclasse capace di risolvere quasi da solo le situazioni più difficili.

Ma Sarri non è mica Ventura, lo schiera ininterrottamente dal 26ottobre 2016, e così Insigne si prepara a debuttare la 59esima gara consecutiva domenica contro l’Udinese.”

CONDIVIDI