Razzismo verso Napoli non fa notizia, bestie bresciane ignorate dai media!

Dice bene Minervini su tuttonapoli. Leggiamo il suo sfogo: il gol subito che ha l’effetto choc, simile a quando scopri che l’altezza della piramide di Cheope è pari esattamente a 1 miliardesimo della distanza che separa la terra dal sole.

Come in preda ad un antica maledizione egizia, il Napoli si blocca, resta in uno stato di immobilismo stagnante e finisce col fiatone. Sul campo, sugli spalti, da casa.

Una gara dominata per lunghi tratti, poi nella testa la lucidità svanisce e resta una lunga apnea. Fino all’urlo liberatorio del fischio finale. Per oggi va bene così.

Due volti, una sola verità: nessuna gara è uguale all’altra. Nessuno tragga conclusioni trionfalistiche o catastrofiche guardando i primi 60’ oppure gli ultimi 30’.

Il calcio non è fotocopia di se stesso, questa è la squadra che ha battuto il Liverpool e perso col Cagliari. Nessun assioma dunque, solo qualche interrogativo su questa capacità così repentina di cambiare volto che al confronto Jim Carrey in ‘The Mask’ era un dilettante.

Altre notizie qui

CONDIVIDI
Amante del Napoli da sempre, con NapoliPage per raccontare la verità e sdoganare alcuni argomenti sul Napoli e sul calcio in generale