Napoli – Shakhtar, le pagelle – diciamo le cose come stanno: Insigne vale Del Piero (forse è pure meglio!)

Reina 7 – Salva il risultato nel primo tempo. Se la squadra è viva, il merito è anche suo!

Raul Albiol 6,5 – Incide nel terzo gol, amministra la gara con grande personalità ed esperienza.

Chiriches 7 – Partita da gladiatore. Gioca divinamente anche con una spalla a mezzo servizio. Pochi i pericoli dello Shakhtar.

Maggio 6,5 – Solito, grande, immenso professionista. Poche sbavature. Livello tecnico però non all’altezza dei compagni.

Hysaj 6,5 – Ottimo sia in fase di copertura che di spinta (considerando che ha dovuto giocare in una fascia non sua, Elseid merita solo applausi).

Diawara 6 – Nel primo tempo perde un pallone sanguinoso! Poi però gestisce meglio la mediana partenopea e va anche vicino al gol.

Zielinski 7,5 – Gol e trame offensive di un livello altissimo. Calciatore assoluto, la sua migliore prestazione da quando è al Napoli. Sbaglia però un gol a porta vuota, per questo mezzo punto in meno.

Hamsik 6 – Il record di Maradona pesa come un macigno. Gioca con un’aura negativa sulle spalle. Nel primo tempo però mette Insigne davanti al portiere (che si supera).

Callejon 6 – Non è nel suo miglior periodo di forma. Sempre prezioso tatticamente.

Mertens 6,5 – Non la sua miglior partita, ma trova il gol e questa è la cosa più importante.

Insigne 8 – Il più forte giocatore italiano in circolazione. Gol immenso, prestazione sontuosa. E Ventura mastica amaro…Adesso basta, diciamo le cose come stanno. Non si offendano i puristi del calcio o i fanatici bianconeri. Insigne vale Del Piero (tutelato dallo strapotere mediatico bianconero).

Sostituzioni:

Rog, Allan, Mario Rui sv.

 

 

CONDIVIDI
Amante del Napoli da sempre, con NapoliPage per raccontare la verità e sdoganare alcuni argomenti sul Napoli e sul calcio in generale