Maggio in conferenza: “L’obiettivo è lo scudetto ma con il Lipsia vogliamo…”

maggio

Cristian Maggio, terzino del Napoli, ha parlato in conferenza alla vigilia dei sedicesimi di Europa League contro il Lipsia:

“Vogliamo passare il turno, dovremo affrontare questa competizione con lo spirito giusto. Avremo al nostro cospetto un avversario forte, che bene sta facendo in Bundesliga. Verranno per fare risultato. Noi altrettanto, sarà l’occasione per quelli che giocano meno, di dimostrare di poter giocare in questa squadra”.

Credete ancora di più allo scudetto dopo le vittorie contro Atalanta e Lazio?

“E’ inutile negare di aver, in alcuni frangenti, pensato che questo possa essere l’anno giusto. L’obiettivo è quello ma ci sono ancora tante partite. La voglia di poter raggiungere un traguardo del genere è enorme. Detto questo, ora siamo concentrati sulla gara di domani”.

Quando chiamato in causa, hai sempre dimostrato affidabilità. Sarai domani un esempio anche in questo?

“Me lo auguro, per me è una competizione importante. Nonostante l’età, voglio ancora dimostrare il mio valore. Poi abbiamo anche altri giocatori con molta esperienza, resta il fatto che io sono sempre disponibile con i miei compagni, qualora ce ne fosse bisogno”.

E’ questo il tuo Napoli più forte?

“Questa è una squadra in costante crescita, negli ultimi anni sono arrivati molti giocatori forti e un tecnico che li ha amalgamati e fatti rendere al massimo. La nostra è oramai una realtà consolidata”.

Con Sarri il collettivo è più importante delle individualità?

“Noi seguiamo le direttive del mister e grazie a lui anche chi gioca meno riesce sempre a rendere al massimo. Sarri gioca diversamente dagli altri, ma sono contento anche di Tonelli che ha fatto una grande partita. Chiunque giochi fa bene”.

Dieci anni a Napoli, cosa ti ha detto Napoli ed il Napoli? 

“In un minuto è difficile, sono successe tante cose, crescendo sempre, la città mi dà tanto, la mia famiglia sta bene e questo è tutto. Ho sempre creduto in questo progetto, speriamo che non si fermi ma che abbia possibilità di crescere. I tifosi sono unici, c’è il mix giusto per star bene”.

 

CONDIVIDI
Laureando in giurisprudenza con la passione del giornalismo sportivo. Innamorato di Napoli e del Napoli, si pone con la scrittura l’obiettivo di raccontare il calcio in tutte le sue sfaccettature.