La Gazzetta e il vittimismo “napoletano”: colpa di Sarri, con Ancelotti invece…

Alberto Cerruti, giornalista de La Gazzetta dello Sport e opinionista di RMC Sport, al Live Show ha parlato così: “Avrei votato Griezmann per il Pallone d’Oro. Ha vinto il Mondiale da protagonista, ha vinto l’Europa League ed è un giocatore fantastico. Per me aveva qualcosa più di Modric”.

Quale Juventus-Inter ricordi con più emozioni?

“Sono veramente tanti perché sono sempre partite molto tirate. Dobbiamo augurarci che non ci siano polemiche perché sarebbe già un grande risultato. Escluderei una partita da 0-0. Basterà il coraggio ai nerazzurri? Non mi pare che l’Inter ne abbia tanto perché troppe volte non riesce a imporsi. Sono poche le partite in cui l’Inter ha dimostrato di saper dominare l’avversario. Secondo me all’Inter manca personalità e mancano i leader. E’ una squadra ancora incompiuta”.

Un giudizio su Ancelotti?

“E’ entrato subito nel clima della squadra e dei tifosi del Napoli. Non ha avuto bisogno di tempo per calarsi in quella realtà. Ancelotti ha tolto quel clima di vittimismo che aveva il Napoli dopo ciò che era successo l’anno scorso. Ancelotti ha tolto ogni alibi al Napoli ed è l’uomo giusto per inseguire la Juventus. Per me il campionato non è ancora finito e il Napoli può ancora puntarci. Lo scudetto come sempre si deciderà a marzo-aprile ma è ovvio che per sperarci il Napoli dovrà sempre stare vicino alla Juventus”. CLICCA QUI: MILIK SBEFFEGGIATO DOPO IL GOL ALL’ATALANTA

CONDIVIDI
Laureando in giurisprudenza con la passione del giornalismo sportivo. Innamorato di Napoli e del Napoli, si pone con la scrittura l’obiettivo di raccontare il calcio in tutte le sue sfaccettature.