Juve “sull’orlo del baratro”: Agnelli ha bisogno di soldi dopo essersi svenato per Ronaldo

Ai microfoni de Il Romanista, il giornalista de Il Sole 24 Ore Marco Bellinazzo ha parlato del bond emesso dalla Juventus nei giorni scorsi:

“La Juventus ha adottato questa operazione chiaramente perché ha bisogno di liquidità, necessita di soldi freschi: si tratta di un segnale negativo di per sé, ma comunque preventivato alla luce dello sforzo economico sostenuto per acquistare Cristiano Ronaldo. Il comunicato del club è molto elastico, non viene spiegata la strategia, la società parla di risorse utilizzate per ottimizzare la struttura del reddito. La Juve è risultata in rosso per oltre 300 milioni al 30 giugno 2018, quindi un rosso destinato ad aumentare considerando che andranno aggiunte le operazioni di mercato che hanno portato a Torino CR7 e Cancelo”.

Come considera l’operazione Ronaldo? «La Juve anche prima di prendere Ronaldo aveva chiuso in rosso. Prendendo il portoghese a 100 milioni ha fatto un affare, ma ciò che pesa è la spesa annua per l’ingaggio che ammonta a 80 milioni totali. Anche in questo caso sarà il tempo a dirci quale sarà il valore reale dell’operazione. Certo che se la Juve non dovesse superare gli ottavi di Champions…».

CONDIVIDI
Laureando in giurisprudenza con la passione del giornalismo sportivo. Innamorato di Napoli e del Napoli, si pone con la scrittura l’obiettivo di raccontare il calcio in tutte le sue sfaccettature.