Hamsik si congeda dal Napoli: “E’ un arrivederci non un addio. Poi Insigne…”

Marek Hamsik, ormai ex centrocampista del Napoli, è intervenuto in diretta a Kiss Kiss Napoli:

Sono in viaggio verso l’aeroporto. Oggi volo in Cina, raggiungo la mia nuova squadra e i miei nuovi compagni. L’ho detto e lo ripeto: a Napoli lascio il cuore, amici, famiglia. Non sarà mai un addio ma un arrivederci. Tornerò sempre volentieri. L’unico rimpianto è non aver vinto lo scudetto. Eravamo vicinissimi al trionfo, lo scorso anno. Ci tenevo a vincerlo per i tifosi. Non ci siamo riusciti, purtroppo, per la forza della Juventus etc.

Cosa mi aspetto dalla Cina? Non vedo l’ora di iniziare questa avventura. Sarà tutto nuovo: la cultura, la gente, il cibo. C’è tanta curiosità, da parte mia.

Insigne che capitano sarà? Merita la fascia, è napoletano, ci tiene veramente a questa maglia e spero che un giorno raggiungerà i miei record. Sarà lui a batterli tutti.

Il 17 marzo sarò al San Paolo? Non penso sarà possibile, perché andrò in Nazionale. Mi organizzerò col Napoli. Non vedo l’ora di tornare al San Paolo per abbracciare i tifosi.

Io futuro dirigente azzurro? Voglio giocare ancora per un po’ (ride, ndr). Posso solo ringraziare De Laurentiis, mi ha dato il via libera per partire con Ancelotti e Giuntoli. Ringrazio tutti. Ho scritto quella lettera e c’ho messo 2-3 giorni. Lì dentro c’è tutto quello che sentivo.

Messaggio ai tifosi? Posso solo ringraziarvi, mi avete trattato come uno di famiglia. Avrò Napoli sempre nel cuore”.

CONDIVIDI
Laureando in giurisprudenza con la passione del giornalismo sportivo. Innamorato di Napoli e del Napoli, si pone con la scrittura l’obiettivo di raccontare il calcio in tutte le sue sfaccettature.