Furia Ancelotti, vuole Icardi a tutti i costi. La strategia di ADL

ancelotti

Il futuro di Mauro Icardi è una partita a scacchi. La prima pedina l’ha mossa lui, mettendo all’angolo la Regina nerazzurra. Che ha risposto, d’istinto, forza. Rovesciando la scacchiera e gridando a Icardi che il suo futuro non sarebbe più stato all’Inter. Via la fascia via la 9, via la maglia, tra poco. L’addio, scontato, l’argentino giocherà altro. Dove?

La Juventus e i mancati addii L’idea di Fabio Paratici era chiara: cedere Paulo Dybala e Mario Mandzukic per prendere subito Mauro Icardi. E’ rimasto in Inghilterra una settimana ma le questioni relative ai diritti d’immagine della Joya e il mancato accordo tra il croato e il Manchester United hanno portato a una fumata nera. La Juventus resta sempre in corsa per Maurito ma prima, chiaramente, dovrà cedere. Il tourbillon sul futuro di Neymar al Real Madrid può essere la prima tessera del domino che può portare Dybala al Paris Saint-Germain. Su Mandzukic sempre Borussia Dortmund e Bayern Monaco ma dalle idee, dagli interessamenti, alle offerte e agli addii, ce ne corre. E l’offerta per Icardi per adesso non è arrivata.

L’ambiente Roma convince Icardi La trattativa con la Roma è concreta, è più di un’idea. Edin Dzeko e cash per arrivare a Mauro Icardi. La società giallorossa sta cercando di anticipare così la Juventus sul tempo: intermediari al lavoro, l’affare c’è ma non è ancora chiuso e definito. Però c’è una verità: Icardi è affascinato dalla piazza giallorossa. Dal tifo, dallo stadio, dalla Curva Sud. Si immagina sotto ai tifosi, tra le sliding doors della sua vita che verrà, con un amore con pochi eguali in Europa. All’Inter, allo stato attuale delle cose, non dispiace l’idea per più motivi: accontenterebbe Conte con Dzeko, si libererebbe di Icardi e, nelle sue idee, non andrebbe a rinforzare una competitor per il titolo come Juventus o Napoli. Ultima curiosità: Maurito è rimasto colpito dalla gara della Roma di Fonseca contro il Real Madrid. Che ha seguito con attenzione.

Napoli, sportivamente perfetta Carlo Ancelotti ha avuto un contatto diretto con Mauro Icardi. Ok Hirving Lozano, che la società azzurra sta cercando di chiudere dal PSV Eindhoven. Però il tecnico ha chiesto un grande nove, dando anche la sua disponibilità a far partire Arkadiusz Milik in caso di offerta. La punta argentina e il suo entourage considerano quella di Napoli, tecnicamente e calcisticamente, la piazza perfetta come progetto. Grandi ambizioni, la voglia di sfidare direttamente la Juventus, l’arrivo di Manolas al fianco di Koulibaly. C’è tutto per rendere Icardi la ciliegina del progetto e questo lo sa bene De Laurentiis, lo sa Ancelotti. E lo sa anche Wanda Nara.

Come andrà? Scriverlo oggi è impossibile. Sarebbe una supposizione e non altro. La realtà è che la Juventus “resta la Juventus”, nella mente di Icardi. Lo scenario però è cambiato, dopo le momentanee mancate cessioni di Dybala e Mandzukic. Anche perché Roma e Napoli hanno messo sul piatto dell’offerta, di Inter e giocatore, progetti e proposte concrete. La sensazione è che se sarà Roma o Napoli, appunto, l’affare potrebbe farsi intempi più brevi. Perché col passare del tempo, la Juve potrebbe forzare per arrivare a Icardi, magari mettendo sul piatto anche l’ipotetico scambio con Dybala (Maurito più cash), per ora escluso da Paratici.

CONDIVIDI
Amante del Napoli da sempre, con NapoliPage per raccontare la verità e sdoganare alcuni argomenti sul Napoli e sul calcio in generale