Faccia a faccia a Castel Volturno, Sarri e la squadra hanno un piano B

sarri

In seguito alla brutta sconfitta arrivata sabato sera contro la Roma, in casa Napoli sembra essersi affievolito il clima di spensieratezza che aveva accompagnato la squadra finora, lasciando il posto ad interrogativi ed incertezze. Sarà stata la scelta giusta aver puntato su un unico obiettivo? Si è tenuto conto di eventuali passi falsi?

Tutte risposte difficili da ottenere nell’immediato, ma che sicuramente si avranno osservando il percorso del Napoli da qui alla fine del campionato. Certo è che i partenopei non si sono arresi, perdere fa parte del gioco ed anche rialzarsi. Pertanto niente perdite di tempo e ieri pomeriggio, al centro tecnico di Castel Volrtuno, Maurizio Sarri e i suoi sono tornati al lavoro in vista della sfida di domenica sera contro l’Inter.

Ci hanno raccontato il ritorno in campo post-sconfitta i colleghi de La Repubblica, secondo cui sembrerebbe che gli azzurri abbiamo cominciato a gettare le basi di un piano B, certo più graduale e meno complesso da gestire, soprattutto sul fronte psicologico. D’ora in avanti, stando al patto stipulato tra allenatore e squadra, si andrà avanti lavorando e concentrandosi partita per partita, senza fare calcoli e provando a disinteressarsi, nei limiti del possibile, alla nuova situazione di classifica.

Sicuramente la gara di sabato ha aperto le porte ad una sana dose di autocritica, indispensabile affinché a San Siro non si commettano gli stessi errori. Ma nessuno in casa Napoli ha intenzione di rinunciare anticipatamente all’obiettivo/sogno Scudetto, specie dopo averlo coltivato ed inseguito per buona parte del campionato.

CONDIVIDI