De Zerbi conferma: “Ciciretti preso dal Napoli, questo lo ha fatto allontanare”

ciciretti

Roberto De Zerbi, allenatore del Benevento, ha rilasciato un’intervista a Il Romanista, nella quale ha parlato molto anche del Napoli, recente avversario, e di Ciciretti e della sua cessione, questa l’intervista:

Con Ciciretti, talento di scuola Roma, che cosa non ha funzionato? «Niente, c’era un ottimo rapporto, ma andava a scadenza di contratto ed era infortunato. Non ha potuto calarsi al 100% nella realtà della squadra e quando era stato preso dal Napoli il rapporto con l’ambiente si è un po’ deteriorato, così per il bene suo e di tutti si è preferito dividere le strade. Per me è fortissimo e gli ho detto anche in che cosa deve migliorare».

Chi le piace di più in Italia? «Spalletti è un allenatore che mi piace molto. Anche Giampaolo, che è anche un amico. Allegri a suo modo è un trasformista eccezionale, riesce a cambiare e a ridare stimoli e curiosità nello stesso anno cambiando posizioni a giocatori importanti. Di Francesco è forte. Gasperini nel suo modo di vedere il calcio è un top per aggressività, mentalità e organizzazione. Diciamo però che l’espressione di calcio del Napoli di Sarri è davvero unica. Forse la più bella degli ultimi dieci anni».

Com’è giocarci contro? «Difficile da preparare, difficilissima da giocarci. Hanno un possesso medio di 70-75%, devi stare attento a coprire veramente tutto. Sono organizzati molto anche in fase difensiva, nella prima pressione».

CONDIVIDI
Articolista dal 2012 principalmente sul Napoli, specializzato nelle analisi tattiche e tecniche di giocatori e squadre in particolar mondo per quanto riguarda le statistiche calcistiche.