De Magistris: “Lo stato sta attaccando Napoli, non venderò il San Paolo per colpa loro!”

de laurentiis de magistris

Luigi De Magistris, Sindaco di Napoli, è intervenuto ai microfoni di ‘Fuori dal Comune’ sulle frequenze di Radio Kiss Kiss Napoli, queste le sue parole sottolineate da NapoliPage:

“Abbiamo 100 milioni di debiti non pagati dallo Stato, oltre a 100 milioni di multa. Ci hanno dato 26 ore di tempo se cedere in qualche modo, un ricatto da parte dello stato.

Abbiamo ipotecato l’Ippodromo e altri beni che spero di non vendere, ma alle chiese e allo stadio San Paolo ho detto di no. Dovrò combattere una grande battaglia per uscirne vincitore in questa cosa, è un debito ingiusto del 1981 fatto dallo stato.

Non voglio vendere il San Paolo e mai ho voluto farlo, lo stadio è della città e dei cittadini. Questo è stato un vero attacco a Napoli, come se una persona innocente e con prove documentate venisse comunque condannato a morte”.

CONDIVIDI
Articolista dal 2012 principalmente sul Napoli, specializzato nelle analisi tattiche e tecniche di giocatori e squadre in particolar mondo per quanto riguarda le statistiche calcistiche.