Dani Alves distrugge la Juve e l’Italia: “Devono prendere esempio dal Napoli”

dani alves

L’ex difensore bianconero Dani Alves è stato premiato nella squadra ideale della stagione 2016/17 partecipando di persona al Gran Galà del Calcio, parlando tra l’altro ai microfoni di Sky Sport, queste le sue parole:

“Alla Juve ci sono tanti grandi giocatori che lavorano con passione e amore e io li porto tutti dentro di me.

Perchè me ne sono andato? I miei ex compagni lo sanno bene, ho parlato con loro, ho voluto dare un messaggio al calcio italiano, dicendo che doveva migliorare e alzare il livello.

Non sono stato però capito, volevo fare qualcosa in più ma è stato difficile, non ero felice e questo mi pesava.

Al PSG sono molto felice, ma per altri motivi. Sono libero di giocare e divertirmi. Spero che il calcio italiano e la Juventus presto cambieranno, così come ha fatto il calcio mondiale.

In Italia le squadre che erano fortissime in Europa non ci sono più. Bisogna prendere esempio da quel che sta facendo il Napoli, che difende l’Italia grazie al suo modo di giocare e difende la parola ‘calcio’. Di questo ha bisogno il calcio italiano, ora deve fermarsi e ripartire”.

Di seguito il video della sua intervista al Gran Galà del calcio:

CONDIVIDI
Articolista dal 2012 principalmente sul Napoli, specializzato nelle analisi tattiche e tecniche di giocatori e squadre in particolar mondo per quanto riguarda le statistiche calcistiche.