Chiesa: “Orgoglioso che il Napoli mi segua, ma Firenze è casa mia”

Il pupillo di De Laurentiis che è stato spesso cercato dalla società azzurra in sede di mercato, Federico Chiesa, ha rilasciato una lunga intervista al Corriere della Sera, queste le sue parole:

E’ il nuovo simbolo della società, il prediletto della tifoseria, il più coccolato sul mercato. Come si vive tutto questo a vent’anni? “Con leggerezza, senza pensarci troppo. È cambiato, invece, il rapporto con la gente. Ora quando vado in centro i tifosi mi riconoscono, mi fermano, mi chiedono un selfie o un autografo. Per il resto non mi sento diverso”.

Lei è già nel mirino di società importanti sia in Italia che all’estero. Dal Napoli all’Inter, dalla Juventus al Psg… “Piacere a così tante squadre mi rende orgoglioso. Ma ho firmato sino al 2022 perché anche la Fiorentina è un top club”.

Il suo idolo? “Da ragazzino era Kakà, un modello dentro e fuori dal campo. A casa abbiamo un corridoio con le maglie di tutti i campioni, la sua però ci manca…”.

Come trova questo campionato italiano? “Molto competitivo, a tutti i livelli. Napoli, Juventus e Inter si giocheranno lo scudetto, ma è bella anche la lotta per l’Europa League”.

CONDIVIDI
Articolista dal 2012 principalmente sul Napoli, specializzato nelle analisi tattiche e tecniche di giocatori e squadre in particolar mondo per quanto riguarda le statistiche calcistiche.