Caso Insigne, Sarri parla di infiammazione al pube

Durante il match disputato ieri sera tra Napoli e Juventus, i sessantamila del San Paolo hanno trattenuto il fiato dinanzi ad un Insigne steso a terra e piuttosto dolorante.

Al momento della sostituzione, chiesta dallo stesso giocatore e arrivata al 76′ minuto della gara, si è pensato al peggio, lo scugnizzo napoletano sembrava essersi fatto male davvero.

L’uscita con le mani in volto, per poi toccarsi ripetutamente il ginocchio, hanno di certo fatto pensare ad un KO del quale preoccuparsi e, dopo l’out di Ghoulam, un Milik ancora fuori uso, tutti i partenopei hanno tremato all’idea di un Insigne spettatore per un po’.

A far luce sulla vicenda è l’edizione odierna de Il Mattino: le condizioni del numero 24 del Napoli non sono ancora molto chiare ma, durante la conferenza stampa post gara il tecnico azzurro, Maurizio Sarri, ha parlato di infiammazione al pube, un contrattempo che il ragazzo si sta portando dietro dall’ultima convocazione in Nazionale.

E se ci fosse qualcosa di più grave dietro? Come ad esempio un inizio di pubalgia? E così un altro dubbio, un’altra preoccupazione iniziano a farsi strada nella mente della squadra e dei tifosi, ancora un ostacolo per il Napoli in quello che sembra essere l’anno buono.

CONDIVIDI