ULTIM’ORA – Dal Comune: “San Paolo, capienza ridotta! Novità sull’accordo con ADL”

stadio-san-paolo

Ciro Borriello, assessore allo sport del Comune di Napoli, è intervenuto ai microfoni di Radio Crc:

Lavori ai bagni del San Paolo? Inizieremo dalle tribune e poi tutti i restanti settori.

Maxischermi? E’ stata una buona riunione in commissione di controllo per le Universiadi, sono state date importanti indicazioni per i lavori al San Paolo: i maxischermo ci saranno, e faremo di tutto per tenerli anche dopo. A costo di legarci vicino (ride, ndr).

Schiarite con De Laurentiis? Sì, sosterrà anche lui questa causa.

Convenzione? Ci sono delle speranze, i rapporti si sono riaperti. Regione, Comune e De Laurentiis hanno una certa unione di intenti per il San Paolo.

La pista d’atletica sarà azzurra con i bordi grigi, per quanto riguarda i sediolini sono stati fatti passi avanti in commissione: entro fine ottobre sarà validato il progetto dopo un bando pubblico. La gara avrà tempi brevi: a fine novembre, se tutto procede da cronoprogramma, ad inizio dicembre inizieremo a sostituire i sediolini.

Il cronoprogramma è un conto, da 45 a 90 giorni per settore, ma noi terremo in conto le offerte migliorative: se una impresa migliora i tempi, è fondamentale. I tecnici di Comune, Universiadi e SSC Napoli lavorano assieme: vogliamo azzerare le chance di chiusura dei settori, se poi dovesse essere necessario ne chiuderemo un piccolo pezzo. 

Convenzione? C’è un intenso scambio di attività che porterà anche a firme del genere. Sarà un San Paolo sicuramente migliore di quello attuale, poi toccherà a noi napoletani saperlo non distruggere.

I sediolini saranno numerati in tutti i settori, ci saranno norme di sicurezza tali in grado da poter acquistare i biglietti singoli.

Capienza del San Paolo? Scenderà attorno ai 56mila spettatori”

CONDIVIDI
Articolista dal 2012 principalmente sul Napoli, specializzato nelle analisi tattiche e tecniche di giocatori e squadre in particolar mondo per quanto riguarda le statistiche calcistiche.