Sarri in giacca è come vedere la tua ex che esce con lo sciupafemmine di turno. I sarristi muti perché…

“Per prima cosa devo ringraziare la gente di Napoli che mi ha aiutato in ogni modo negli ultimi tre anni. Amerò per sempre i tifosi azzurri. Sono stato molto fortunato al Napoli perché ho trovato giocatori adatti al mio modo di vedere il calcio, soprattutto persone splendide dal punto di vista umano”.

Sarri lancia parole d’amore ai napoletani vestito di tutto punto, quasi irriconoscibile a chi dice di avere amato (e poi “tradito” rinunciando al lauto ingaggio prospettatogli da De Laurentiis). Era vestito di tutto punto, anche questo è un colpo al cuore. Lui sempre in tuta, integerrimo, si presenta come un sir. I “sarristi” nostalgici dicono che la tuta si mette in campo, ma nelle rare conferenze stampa con il Napoli lui era sempre in tuta. Di che parlano? Sarri sta cambiando…

Sarri è come quella tua ex che cambia vita e fa cose che tu non ti saresti mai aspettato da lei. E’ la tua ex che esce con l’arrogante sciupafemmine di turno che lei ha sempre detestato salvo poi cadere nelle sue braccia. I sarristi devono star zitti. Sarri in conferenza non si è mai presentato vestito bene a Napoli, si vede che non considerava la piazza all’altezza di certe formalità… finisce il mito signori.

CONDIVIDI
Amante del Napoli da sempre, con NapoliPage per raccontare la verità e sdoganare alcuni argomenti sul Napoli e sul calcio in generale