San Paolo, nuovo accordo col Comune di 5 anni, ma ecco quanto dovrà pagare prima ADL

san paolo

Aurelio De Laurentiis è il nuovo presidente del Bari. Il patron azzurro ha comprato una seconda squadra e ha dato il via ad una giornata, quella di ieri, ricca di eventi. Il presidente azzurro è a Napoli per la questione stadio ma, in ogni caso, ha seguito la questione ‘Bari’ a stretto contatto con l’Avvocato Mattia Grassani. La cordata del figlio Luigi ha ottenuto il titolo sportivo e ripartirà dalla Serie D con Edy Reja allenatore.

Il presidente partenopeo è stato impegnato anche sulla questione San Paolo. Come raccontato dall’edizione odierna de La Repubblica – Napoli, in compagnia di Chiavelli e Formisano, il patron ha incontrato Attilio Auricchio, capo di gabinetto del sindaco de Magistris all’Hotel Vesuvio:

“Tema dell’incontro la nuova convenzione: c’è stato un primo contatto interlocutorio, ma si lavora ad un accordo quinquennale fino al 2023. Le parti si aggiorneranno: De Laurentiis dovrà firmare il documento relativo alla stagione 2015/ 2016 che comprende la transazione debiti- crediti tra il Napoli e il Comune ( verserà 750mila euro), poi si potrà procedere alla nuova intesa che dovrebbe partire dal primo gennaio 2018. 

« Siamo fiduciosi – ha spiegato il capo di gabinetto del sindaco – sul buon esito dei ragionamenti anche di tipo giuridico per arrivare ad un accordo pluriennale e prospettico». Il Comune intende chiudere l’accordo entro settembre, evitando così l’utilizzo dello stadio a domanda individuale per la singola gara”.

CONDIVIDI
Articolista dal 2012 principalmente sul Napoli, specializzato nelle analisi tattiche e tecniche di giocatori e squadre in particolar mondo per quanto riguarda le statistiche calcistiche.