Non ci avete fatto caso, ma il popolo del San Paolo ha lanciato un messaggio COMMOVENTE alla squadra

tifosi napoli stadio san paolo

Molto bello questo passaggio pubblicato dai colleghi di TuttoNapoli e poi proviamo a completare il discorso e argomentiamo a modo nostro:

“Tralasciando quanto visto in campo, di cui si è già ampiamente parlato e si discuterà durante la prossima settimana, l’eredità che deve lasciare questo Napoli-Milan è il San Paolo visto dal gol dello 0-2 in poi. Il momento era sportivamente tragico ma l’intero impianto di Fuorigrotta è rimasto compatto, unito in una speranza di ‘remontada’ che era nell’aria.

Nessun fischio, nessuna polemica: i 35mila di Fuorigrotta erano in simbiosi con la squadra e l’hanno trascinata verso la vittoria, come hanno ammesso Ancelotti e anche gli stessi milanisti (Calabria su tutti). Quei 40 minuti dimostrano che questo Napoli può volare in Italia e in Europa, e può farlo ancora più in alto se spinto da un ambiente finalmente coeso. In fondo, al di là di posizioni inamovibili e interessi inconciliabili, è ciò che tutti vogliono. Perché non provarci?”

Hanno ragione i giornalisti del noto sito sportivo. Sabato sera, il San Paolo ha ricordato quella passione vissuta in Napoli Chievo. Al di là delle curve (discorso che ingenera valutazioni di stampo sociologico ed extracalcistico), secondo noi di Napolipage.it, il popolo di Fuorigrotta ha capito che esisteva una spaccatura nell’ambiente (quella tra sindaco e presidente) e che erano i napoletani stessi a dovervi porre riparo. E’ come se il San Paolo avesse detto: ragazzi,non pensateli a quei due (ripetiamo, sindaco e presidente). Esistiamo solo noi esiste solo la palla, esiste solo la porta dell’avversario… e poi c’è la nostra da difendere. Ragazzi, pensiamo solo al gioco. SIamo il Napoli, e abbiamo un sogno nel cuore…”

CONDIVIDI
Amante del Napoli da sempre, con NapoliPage per raccontare la verità e sdoganare alcuni argomenti sul Napoli e sul calcio in generale