Maggio: “Quando venni a Napoli dopo un mese volevo andarmene, poi è successo che…”

maggio

Christian Maggio è intervenuto ai microfoni di Radio Goal, programma in onda sulle frequenze di Radio Kiss Kiss Napoli. Queste alcune sue parole:

“Sono contento della scelta che ho fatto, Benevnto è una città che vuole crescere, la squadra idem. Ci sono i presupposti per fare bene, il presidente ed il direttore sportivo ci ascoltano, vogliono crescere: è il mix giusto.

Napoli diverso rispetto a quello di Sarri? E’ cambiato molto, soprattutto nel modo di giocare, dalle prime impressioni Ancelotti pensa ai cambi di gioco, ha i terzini molto alti. Sono cose che Sarri non gradiva, lui lavorava molto sulla fase difensiva, voleva movimenti perfetti.

Ogni allenatore ha il suo stile ed il suo modo di gioco. Se Ancelotti fa giocare il Napoli così un motivo ci sarà ma serve un po’ di tempo per la squadra per entrare nei meccanismi. Mi sembra che i ragazzi siano già a buon punto, anche se sono partiti male nel precampionato.

Ho sempre detto che quando sono arrivato a Napoli pensai: “Dove sono arrivato?”. Dopo un mese e mezzo volevo andar via invece poi ho tenuto duro e ho trovato persone che mi hanno aiutato: se sono rimasto dieci anni qualcosa vorrà dire. Ho visto posti nuovi, poi quando sta bene la famiglia è importante.

Quando vedi che tua moglie ed i tuoi figli sono contenti non puoi chiedere altro. Ho sempre detto che io mi sono arrabbiato ma non sono rimasto deluso. Avrei voluto chiudere giocando ma così non è successo: bisogna prendere il bene ed il male di un mister.

Il giro di campo? Non mi aspettavo che i tifosi mi salutassero così, lo ricorderò per tutta la vita. Ho sempre cercato di aiutare Milik e di farlo sentire importante anche quando le cose non andavano bene. Nella partita contro la Lazio ha fatto valere il suo carattere e la sua voglia. Confido molto in lui quest’anno! La Serie B è un campionato difficile, ho parlato con qualcuno che la fa da anni e mi hanno detto che è molto dura. L’obiettivo è fare bene, poi dipende tutto da noi, vedremo cosa succederà a maggio”.

CONDIVIDI
Articolista dal 2012 principalmente sul Napoli, specializzato nelle analisi tattiche e tecniche di giocatori e squadre in particolar mondo per quanto riguarda le statistiche calcistiche.