Le parole di De Laurentiis suonano come una “minaccia” alla stampa, intervenga l’USSI!

Aurelio De Laurentiis, dopo aver attaccato un  Un collega per aver fatto una domanda di mercato ha chiosato così la sua conferenza stampa di presentazione: “Confido che nel corso della stagione il rapporto con i media sia serio. Non abbiamo bisogno di titoli, altrimenti mi ritiro dal rapporto con i media”. Signori, oggi muore la libertà di stampa.

Noi non abbiamo padroni (a differenza di altri), diciamo le cose come stanno per il bene dei tifosi che ci leggono. Ecco proprio perché siamo liberi, diciamo che oggi è morta la libertà di stampa. Un giornalista non deve essere minacciato così, sembra quasi un ricatto come se volesse dire: o si fa come si dico io o voi non entrate a contatto con il Napoli. Non funziona così, intervengano gli organi di categoria, l’Ordine dei giornalisti e l’USSI. Questo è il nostro appello.

CONDIVIDI
Amante del Napoli da sempre, con NapoliPage per raccontare la verità e sdoganare alcuni argomenti sul Napoli e sul calcio in generale