Fashion

La moda napoletana punta tutto sui giovani designer

moda napoletana

Come in molti già sapranno, Napoli è capitale della tradizione sartoriale maschile. Parliamo di una vera e propria culla d’eleganza classica e rilassata. A tutt’oggi, il capoluogo partenopeo fa da custode di preziose conoscenze sartoriali, ovunque nel mondo quasi dimenticato. In ogni caso, la città della Sirena è molto di più di una fortezza della nostalgia. Anzi, all’ombra del Vesuvio si respira una ventata d’innovazione non indifferente. Il panorama sartoriale partenopeo degli ultimi anni, infatti, vede la schiera dei giovani designer che nella tradizione sartoriale vedono un punto di partenza, impegnata nella ricerca di idee sempre nuove, con al centro valori di sostenibilità, inclusività e fluidità di genere. In quest’articolo, parliamo della moda napoletana innovativa dei giovani designer.

La moda napoletana è giovane e sostenibile

Sono diversi i designer che, ad oggi, a Napoli, coltivano la passione per l’alta moda, tagliano la stoffa e portano avanti la nobile arte della sartoria, non rinunciando alla produzione di idee nuove, tecniche originali e funzionali. Insomma, i giovani designer napoletani non vedono più, quella di confezionare un vestito, come un arte arcaica, ma anzi, la reinterpretano, la modellano e creano veri e propri ibridi tra realtà e fantasia, in grado di scavallare il confine nazionale e puntare al panorama mondiale, pur lasciando il cuore all’ombra del Vesuvio.

Forte, sincero e passionale, l’approccio partenopeo alla moda conta su competenze straordinarie che, negli ultimi anni, sono messe al servizio di un’avanguardia creativa ancora tutta da scoprire. Da queste premesse nascono brand di successo, con una vision genderless e una mission onesta, limpida e accattivante. Ideali elevati, senso di inclusione e tolleranza. I nuovi capi della moda napoletana si basano su concetti empatici e si lasciano liberamente ispirare da quanto accade nel mondo e dai fenomeni sociali più significativi non solo per il Bel Paese o per il suo Mezzogiorno.