Hamsik: “Si dicono tante cose, ma ecco cosa ne penso del mio ruolo di regista”

hamsik
VERONA, ITALY - AUGUST 19: Marek Hamsik of SSC Napoli looks on during the Serie A match between Hellas Verona and SSC Napoli at Stadio Marcantonio Bentegodi on August 19, 2017 in Verona, Italy. (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

BRATISLAVA (SLOVACCHIA) – “Il campionato italiano è tra i migliori al mondo. Non c’è solo la Juve, ci sono altre squadre forti come la Roma, le due milanesi, è un torneo equilibrato anche se la Juve si è rinforzata. Non sono invincibili, si può lottare e da qui alla fine mancano tante partite, speriamo di raggiungerli”. Dal ritiro della nazionale slovacca, Marek Hamsik rilancia la sfida ai bianconeri nonostante la sconfitta nello scontro diretto e un ritardo di sei punti in classifica.

Hamsik parla anche del suo nuovo ruolo di regista che gli ha affidato Ancelotti“Sono un centrocampista offensivo, da una vita sono abituato a segnare e giocare piu’ dietro e’ una novità per me. Ma sono un calciatore a cui piace tenere la palla per cui non vedo dov’e’ il problema”.

Fonte : tuttosport.com
CONDIVIDI
Articolista dal 2012 principalmente sul Napoli, specializzato nelle analisi tattiche e tecniche di giocatori e squadre in particolar mondo per quanto riguarda le statistiche calcistiche.