Parla Hamsik: “Tutta la verità sull’ipotesi Cina. Ecco cosa mi ha detto Adl”

Marek Hamsik torna a parlare. Il capitano del Napoli ha rilasciato una lunga intervista al Corriere dello Sport. Ecco cosa ha detto:

“Cosa mi aveva spinto a pensare alla Cina? Non era la prima volta che nasceva questa possibilità, avrei sistemato la famiglia definitivamente. Mi ero dato come data il 9 luglio, se entro la data del ritiro non fosse successo nulla avrei lasciato perdere. Anche dopo l’Europeo di due anni fa c’erano state richieste”.

La confessione a ADL “A maggio avevo parlato al presidente di questa offerta dalla Cina, ne avevo subito parlato con lui. Come aveva reagito? Mi disse ‘Ma ndo’…va, questa è casa tua!”

Le ultime tre dello scorso anno le ha iniziate in panchina e non le è andata giù:Confermo, quelle tre panchine mi hanno fatto male”.

Vi ha fatto più male Inter-Juve (in televisione) o la vostra partita a Firenze? “Più che vincerlo la Juve, il campionato lo abbiamo perso noi ma in quel week-end si sono miscelate due situazioni che ci hanno demoralizzato. Abbiamo avvertito il mondo caderci addosso”.

Con Ancelotti si sta spostando in regia: “È una cosa che mi intriga ed incuriosisce. Mi ci calo con interesse ed ottimismo. Può allungarmi la carriera? Non ho pensato a questo. Quando Ancelotti mi ha detto che avrebbe voluto provarci, mi ha dato altri stimoli”. 

CONDIVIDI
Laureando in giurisprudenza con la passione del giornalismo sportivo. Innamorato di Napoli e del Napoli, si pone con la scrittura l’obiettivo di raccontare il calcio in tutte le sue sfaccettature.