De Zerbi vuole fare il tipetto ossequioso con Ancelotti, ma non attacca la solfa

DE ZERBI

Roberto De Zerbi, allenatore del Sassuolo, ha parlato in conferenza stampa: “Spero di vedere un Sassuolo con lo stesso spirito che ha caratterizzato la partita col Milan, stando attenti alle cose che abbiamo sbagliato e pagato a caro prezzo. Dopo la sconfitta tanti ragazzi erano dispiaciuti, perdere col Milan ci sta, anche se a mio avviso il risultato è stato eccessivo. Ci piacerebbe tornare al minuto zero col Milan per sbagliare meno. Duncan non rientra, gli altri li ho a disposizione, ma due o tre sono da valutare perché non li vedo al 100% dal punto di vista fisico, e domani servirà correre, essere attenti, avere qualità nel palleggio e avere qualche strappo”.

Vado fiero e orgoglioso del mio passato, col Napoli ho contribuito a vincere un campionato determinante per la crescita della società, un campionato difficile, che ha portato la squadra dalla B alla A. Ho ricordi indelebili, ma domani vado lucido e freddo e con l’ambizione di fare punti. La partita di mercoledì col Liverpool ha detto che il Napoli sta bene, ha calciatori molti forti, se domani sarà lo stesso Napoli, sarà difficile fare punti, ma noi dovremo essere al 100%”.

Ancelotti? Per me è un onore affrontarlo, perché è uno degli allenatori che andando all’estero ha rappresentato noi allenatori italiani con professionalità, serietà, con conoscenza di quello che fa, è uno dei migliori allenatori al mondo, ha vinto tanto e fa giocare bene le squadra. Il Napoli l’anno scorso giocava benissimo, quest’anno gioca benissimo e lo sta trasformando, e non è facile trasformare una squadra che giocava benissimo mantenendo un’identità forte, è una capacità che hanno in pochissimi”

CONDIVIDI
Amante del Napoli da sempre, con NapoliPage per raccontare la verità e sdoganare alcuni argomenti sul Napoli e sul calcio in generale