Clamoroso, gli ultra contro Adl: vogliono far squalificare il San Paolo!

san paolo

Frange della tifoseria organizzata, per protesta contro Adl, starebbero pensando di far squalificare il San Paolo in Champions. Sarebbe questo il loro intento, le voci nelle ultime ore al riguardo sono sempre più insistenti. Gli investigatori, in primis la Digos, sono in stato di allerta e studiano le contromisure.

A riportarlo l’edizione odierna de “Il Mattino” che in merito scrive:

Useremo il condizionale, d’obbligo come sempre in circostanze tanto delicate. Ma il tam tam circola già, al punto da essere arrivato anche all’orecchio di chi non fa parte delle sigle che compongono la galassia ultrà. Una contestazione tutt’altro che pacifica in occasione del primo match casalingo di Champions che gli azzurri disputeranno il 3 ottobre. Un disegno perverso, al limite del masochistico: c’è infatti chi – pur di creare alla società di ADL un danno oggettivo, sarebbe pronto a porre in atto condotte capaci di determinare la squalifica del San Paolo. Come? È presto per dirlo: ma – dal momento che il catino di Fuorigrotta è già stato oggetto di una diffida dall’Uefa – basterebbe davvero poco a far scattare la sanzione più grave. Sarebbero sufficienti due petardi, o addirittura basterebbe occupare ad arte le verticali delle gradinate adibite a scale, che per normativa sportiva legata anche a ragioni di sicurezza devono rigorosamente essere lasciate libere. E poi resta l’altra incognita che, giustamente, toglie il sonno già sin d’ora a chi dovrà garantire che tutto fili liscio quando al San Paolo arriveranno i tifosi inglesi. C’è un brutto precedente che non aiuta certo a immaginare una serata di tutto relax per i responsabili dell’ordine pubblico”.

CONDIVIDI
Laureando in giurisprudenza con la passione del giornalismo sportivo. Innamorato di Napoli e del Napoli, si pone con la scrittura l’obiettivo di raccontare il calcio in tutte le sue sfaccettature.