Caso Ronaldo, ultim’ora: la polizia perde le prove della colpevolezza. Ma non mi dire…

Ma l’inchiesta su Cristiano Ronaldo per il presunto stupro del 13 giugno 2009 a Las Vegas è fondata? Una lettura attenta delle carte in possesso della rivista tedesca «Der Spiegel» dimostra che sono molti i punti oscuri da chiarire e che una nuova indagine di polizia, peraltro già avviata, è necessaria.

Dato che, come sottolinea anche la rivista tedesca che ha avuto modo di sentire uno degli avvocati della presunta vittima, Kathryn Mayorga, vale a dire Leslie Mark Stovall, che ha fatto in tal senso alle forze dell’ordine un’esplicita richiesta,le dichiarazioni della donna alla polizia di Las Vegas non sono presenti in archivio, come pure i vestiti e la biancheria intima che la Mayorga avrebbe consegnato agli agenti all’epoca dopo la visita medica in ospedale. Ma, del resto, polizia e team legale della Mayorga non sono neppure d’accordo sul fatto che la donna avesse fatto il nome di Cristiano Ronaldo nel 2009.

Bisogna vedere ora se una nuova indagine permetterà di ritrovare le prove depositate all’epoca o bisognerà cercarne di nuove. Lo si apprende dal Corsera.

CONDIVIDI
Amante del Napoli da sempre, con NapoliPage per raccontare la verità e sdoganare alcuni argomenti sul Napoli e sul calcio in generale